La Società della Salute

La Società della Salute è un Consorzio Pubblico costituito dai comuni di una zona sociosanitaria e l'Azienda ASL per poter governare  e programmare le politiche relative alla Salute.

La sperimentazione del nuovo modello toscano, iniziata nel luglio 2004  (la prima sperimentazione ad iniziare i lavori è stata quella della Società della Salute di Firenze), interessa ad oggi 18 zone-distretto e prevedeva una durata di due anni a partire dall'effettivo avvio delle singole iniziative.
La Regione Toscana ha promulgato nel febbraio 2005 due nuove leggi che si riferiscono alle materie di ambito sanitario - legge 40/2005 - e alle materie di ambito sociale - legge 41/2005, inserendo in entrambi i testi la Società della Salute come nuovo modello di sperimentazione dell'integrazione tra sistema sanitario e sistema sociale.
A partire dalla considerazione secondo la quale la responsabilità delle politiche sanitarie è suddivisa tra la Regione, che la esercita attraverso i propri enti strumentali, le Aziende Sanitarie Locali e le Amministrazioni Comunali. La Regione Toscana ha inteso "promuovere, in via sperimentale,  delle Società della Salute fondate sulla partecipazione dei Comuni e delle Aziende sanitarie" e che "dovranno essere individuate le modalità di partecipazione dei rappresentanti delle associazioni degli utenti e le modalità di rapporto con i soggetti del non profit e del volontariato, ed eventualmente di rappresentanze del terzo settore." (Consiglio Regionale risoluzione del 18 dicembre 2002 n° 23 " (Programma Regionale di Sviluppo 2003-2005).