INVITO AL PRANZO DI NATALE

 

PRANZO DI NATALE

SABATO 3 DICEMBRE 2016 ore 12,30

presso

RISTORANTE " LA FOLLIA "

Via Scirocco, 53 – Viareggio

(zona COTONE – adiacente all'AGENZIA delle ENTRATE)

quota di partecipazione € 20,00 a persona

bambini fino a 10 anni € 10,00

PRENOTAZIONI

entro mercoledì 30 novembre 2016

(segnalare particolari esigenze alimentari)

 

GIORGIO 3200889470 0584 940649

ANGELO 3299865396 0584 960770

 

 

 

 
SOSTA RISERVATA

sosta riservata

l'handicap non concede ferie

stupore, gioia e nostalgia nella vita di Luigi Pennellocca

di

Angelo Puccinelli

 

ascoltarsi e guarire

la guarigione inizia quando qualcuno ci aiuta ad ascoltare apertamente ciò che abbiamo dentro"

Jack Kornfield – Il cuore saggio – Corbaccio

 
15a Conferenza dei Servizi ASL 12

Conferenza dei Servizi 2015 delle Aziende USL 1, US L 2, USL 5, USL 6, USL 12

verso l'Azienda Toscana Nord-Ovest

venerdì 18 dicembre 2015 - Auditorium Area della Ricerca CNR Pisa

Intervento del Coordinatore del Comitato di Partecipazione USL 12 - prof. Angelo Puccinelli

 

Secondo gli indirizzi della Regione Toscana il Comitato di Partecipazione contribuisce alla tutela del diritto alla salute, al controllo ed alla valutazione dei Servizi Sanitari realizzati sul territorio. Ha funzioni di consultazione, proposta e verifica. In accordo con l’URP, collabora al miglioramento dell’accoglienza e dei processi informativi e comunicativi tra l'Azienda e i Cittadini.

Il sistema socio-sanitario toscano propone differenti ambiti di partecipazione (C. Di P. e Consulta del terzo settore della S. d. S.; Comitato di Partecipazione dell'ASL 12; Consulta del DSM; Consulte Comunali, ecc.. Per assolvere al loro ruolo, i rappresentanti delle associazioni dovrebbero partecipare ai diversi contesti e sono costretti a impegni non sempre sostenibili. Nella nostra zona, molte associazioni sono iscritte solo ad alcuni organismi. Non è sempre possibile avere continuità della presenza degli stessi delegati e realizzare un'efficace e costruttivo confronto. La molteciplicità dei luoghi di consultazione del terzo settore rende necessario definire le correlazioni fra i vari livelli e stabilire la gerarchia delle deliberazioni.

leggi il testo completo nell'allegato

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 10